Support, Feedback, FAQ

FAQ

(English version coming soon!)

Cos'è esattamente Securo Mobile e come funziona dal punto di vista tecnico?

Securo Mobile è una smartphone app che permette di scattare fotografie digitali sicure. La "certificazione" delle foto avviene in maniera completamente automatica al momento stesso in cui il file viene generato. Attualmente la tecnologia garantisce: integrità (il file non è stato modificato dal momento della sua cattura), data certa (l'istante temporale in cui il file è stato creato), riservatezza (il processo di certificazione è svolto garantendo il massimo livello di privacy). Prossimamente invece verranno aggiunte le seguenti garanzie: autenticazione (l'identità dell'esecutore o dell'apparecchio che ha generato il file), geolocazione (l'integrità delle coordinate geografiche associate nell'istante di creazione).

Se hai mai scattato fotografie per documentare lo stato di un appartamento o di un auto a noleggio, devi sapere che purtoppo la legge considera le foto digitali facilmente attaccabili sul piano probatorio e per buone ragioni. Alterare il contenuto di una foto, o i metadati associati ad una foto (data, autore, etc.), è un gioco da ragazzi. Securo Mobile, grazie all'uso della firma digitale e della marcatura temporale garantisce la massima efficacia probatoria, come stabilito dal Codice dell'Amministrazione Digitale e dalla Direttiva Europea 1999/93/EC.

Securo Mobile va incontro anche alle esigenze di creativi, artisti, architetti etc. che hanno bisogno di un modo facile, rapido ed economico per "depositare" le proprie opere. Con un solo click, Securo Mobile sostituisce appieno la raccomandata con ricevuta di ritorno ed il timbro postale, risparmiando carta, tempo e denaro.

Quali sono gli elementi che rendono "sicuro" il processo scelto da Securo?

Securo utilizza il meccanismo della firma digitale (il massimo "livello" di firma elettronica individuato dal CAD) durante il processo di marcatura temporale. L'effetto di tale firma è duplice: garantisce l'autenticità del riferimento temporale, dandogli valore di opponibilità a terzi, e garantisce l'integrità del documento informatico a cui tale marca è applicata. La firma digitale non è quindi effettuata tramite lo smartphone, che infatti non soddisfa il requisito di "dispositivo sicuro".

Ciò non rappresenta però un problema in ambito di copyright: la firma digitale non è infatti richiesta per dimostrare la paternità dell'opera. In caso di contestazioni l'autore deve dimostrare la disponibilità dell'opera ad una certa data e Securo Mobile fornisce il meccanismo piu' efficace esistente di marcatura temporale, i cui effetti giuridici sono garantiti al 100%.

Per rafforzare la paternità degli scatti, nelle future versioni di Securo Mobile, gli utenti potranno utilizzare la firma elettronica avanzata, recentemente oggetto della bozza di modifiche tecniche associate al nuovo CAD.

Dal momento che lo smartphone non è un dispositivo sicuro di firma, come avviene il processo di firma del file? Tramite invio dello stesso a Securo.it? E come funziona la trasmissione?

Per rispettare la privacy dei nostri clienti, le foto non lasciano mai lo smartphone dell'utente ed in particolare non vengono mai inviate ai nostri servers. Securo Mobile infatti calcola ed invia la cosiddetta "impronta" dell'immagine e proprio su essa la marca temporale (e la corrispondente firma digitale) è applicata. Tale meccanismo, oltre a garantire la massima riservatezza, rende il processo di marcatura estremamente snello e veloce, non richiedendo la trasmissione del file sulla rete internet.

Riguardo alla citata firma elettronica avanzata, utile ai fini di rafforzare la paternità degli scatti, il requisito di applicazione tramite "dispositivo sicuro" non è presente. Nel prossimo utilizzo della firma elettronica avanzata da parte di Securo, ai sensi della normativa vigente, si potrà quindi prescindere dal dispositivo sicuro di firma. La prossima emanazione delle nuove regole tecniche impone però cautela, cosi come la prevedibile ulteriore modifica dello stesso testo del CAD.

Quali problemi legali avete dovuto affrontare -- e risolvere -- in merito alla possibilità di creare una valida "prova fotografica" producibile in giudizio?

La prova fotografica rappresenta un "documento informatico", definito nel CAD (art.1) come "la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti". Il suo valore giuridico e la sua efficacia probatoria sono indicati all'art. 20 del CAD: "l'idoneità del documento informatico a soddisfare il requisito della forma scritta e il suo valore probatorio sono liberamente valutabili in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità ed immodificabilità".

Sempre secondo il CAD, al fine di aumentarne il valore giuridico e l'efficacia probatoria, è possibile dotare il documento informatico di firma elettronica e/o marca temporale. In particolare l'art. 20, comma 3, del CAD prevede come "la data e l'ora di formazione del documento informatico sono opponibili ai terzi se apposte in conformità alle regole tecniche sulla validazione temporale." Il problema principale che abbiamo dovuto fronteggiare, quindi, è stato quello di progettare il servizio seguendo procedure conformi alla normativa vigente sull'argomento, non sempre chiara o ben definita. Questo del resto rappresenta la condizione sufficiente e necessaria per generare documenti informatici che abbiamo valore giuridico ed efficacia probatoria.

Securo Mobile permette quindi di dotare le foto di marche temporali conformi alle regole tecniche citate e pienamente opponibili a terzi. L'uso della firma digitale nel processo di marcatura garantisce inoltre l'integrità della prova fotografica. Aggiungerei che, purtroppo e per fortuna, la legislazione italiana in questo ambito è una delle più restrittive ed esigenti. Questo ci ha costretto ad un difficile lavoro di interpretazione delle norme, ma ci porta al contempo a considerare Securo Mobile un prodotto già pronto per l'esportazione e l'utilizzo all'estero.